Lago di Santa Croce

Il lago di Santa Croce è un lago semi-naturale situato in Alpago ad un’altitudine di 386 m sul livello del mare, nella parte meridionale della provincia di Belluno in Veneto. 

Con una superficie di 7,8 km, il lago di Santa Croce è il lago più grande ed interamente su suolo regionale del Veneto. In prima posizione ci sarebbe il Lago di Garda, ma trovandosi a confine con Trentino e Lombardia non può essere considerato come lago interamente Veneto.

Cosa fare al Lago di Santa Croce

Al lago di Santa Croce si possono fare molte attività, sia estive che invernali: dalla pesca, all’ornitologia, all’architettura nel centro ittiogenico, gli sport acquatici, la vela, escursioni in barca, canoa e kayak.

Centro ittiogenico nella Baia delle Sirene

L’edificio del centro ittiogenico, situato sulla sponda sud del lago, è di particolare interesse dal punto di vista architettonico: nacque originariamente con l’obiettivo di riqualificare l’area e di incentivare la produzione ittica delle specie a rischio di estinzione: nella fattispecie, il coregone, il luccio e la trota.

Inoltre, il centro offre percorsi didattici per scuole favorendo la divulgazione delle attività legate al lago di Santa Croce, il suo habitat naturale e la sua fauna. Durante questi percorsi educativi i bambini e studenti possono osservare le fasi che portano alla nascita dei pesci, dalla schiusa delle uova fino al rilascio nelle acque del lago.

Ornitologia (o Birdwatching) all’Oasi di Sbarai

Posizionata sul lato destro della foce del torrente Tesa, l’Oasi di Sbarai rappresenta un importante sito naturalistico per l’Alpago e la provincia di Belluno. L’oasi comprende una vasta zona umida estesa per alcune decine di metri ed è caratterizzata da ambienti mutevoli e legati alle variazioni di livello delle acque del lago.

L’oasi protetta è un luogo ideale per l’ornitologia ed osservazione di uccelli. in particolare riportiamo le seguenti specie:

  • Cicogna bianca
  • Labbo codalunga
  • Airone cenerino
  • Pendolino
  • Forapaglie
  • Cannaiole
  • Tuffetto
  • Pavoncella

L’oasi Sbarai è il luogo perfetto per effettuare birdwatching ed è raggiungibile attraverso una strada bianca pianeggiante che parte dall’argine del fiume Tesa, dove si possono anche ammirare degli splendidi esemplari di salici bianchi.

Giro del Lago di Santa Croce

Il giro del lago è un evento sportivo che si svolge ogni anno nel mese di agosto. Negli anni si è passati da farlo solo in bici fino agli ultimi anni in cui si è iniziato a percorrerlo a piedi, con i pattini oppure handbike.

Passeggiate, Camminate e Trekking

Il lago di Santa Croce è luogo ideale per passeggiate, camminate e sentieri di diverse difficoltà. Ci sono strade bianche che connettono la spiaggia di Farra all’abitato di Poiatte, oppure è possibile seguire il sentiero che si estende fino a Bastia o Villanova. Per i più allenati è possibile anche salire verso la Madonna Del Runal, passando per il Ponte Romano, e volendo è anche possibile raggiungere l’abitato di Spert.

Pescare al Lago di Santa Croce

La pesca è un’attività molto prolifica nel lago di Santa Croce. La zona del lago appartiene al bacino idrico numero 7 dell’Alpago. Tra i vari pesci troviamo il luccio, la carpa, la trota, il persico e molti altri. Esistono vari tipi di licenze e permessi, con regole diverse per residenti e turisti. La competenza amministrativa è di livello provinciale e regionale.

Vela, Windsurf e Kite al Lago di Santa Croce:

In questa pagina abbiamo delineato in dettaglio il fenomeno dei venti pomeridiani al Lago di Santa Croce, dove la differenza di temperatura tra le montagne dell’Alpago e la pianura veneta causano un flussi d’aria quotidiani che aumentano vorticosamente in velocità nei pressi della strozzatura del Fadalto, generando venti costanti che soffiano verso nord sul lago nei mesi estivi e primaverili. Questo fenomeno rende il Lago di Santa croce luogo ideale per decine di diversi sport d’acqua. 

Tra gli sport d’acqua più popolari al lago di Santa Croce riportiamo il wakeboard, windsurf, kitesurf, wingfoil, barca a vela, kayak e canoa.

Mountain bike

Per gli appassionati di bicicletta e mountain bike, il lago di Santa Croce offre percorsi e paesaggi mozzafiato. L’Alpago ha ospitato competizioni internazionali di mountain bike nel corso degli anni, e la morfologia montana lo rende luogo ideale per percorsi e trails tra foreste, boschi, picchi montuosi e vallate verdeggianti.

Come arrivare al Lago di Santa Croce

Per arrivare al Lago di Santa Croce è possibile utilizzare treno, autobus, auto a noleggio o mezzi propri. La via stradale più rapida per raggiungere il lago di Santa Croce è l’autostrada A27, oppure la Strada Statale 51 di Alemagna. In Particolare:

ProvenienzaIndicazioni
Da Treviso e VeneziaSeguire autostrada A27 in direzione nord
fino all’uscita Santa Croce-Alpago.
Da Padova e VicenzaAutostrada A4 fino a Mestre e poi A27 in
direzione nord fino a Santa Croce.
Da BolzanoAutostrada A22 fino a Trento, poi Valsugana
in direzione Feltre, e poi proseguire sulla SS50
fino a Ponte nelle Alpi. Terminare in SS51.
Da Dobbiaco / ToblachScendere lungo la statale 51 Alemagna fino
all’ingresso in Alpago in zona Bastia.
Da CortinaScendere la SS51 verso Longarone e seguire
le indicazioni stradali fino in Alpago.
Da TarvisioProseguire fino a Udine, poi innestarsi sulla A28
fino a Conegliano dove si potrà immettersi nella
A27 in direzione nord.
Tabella riassuntiva su come arrivare al Lago di Santa Croce

Dove mangiare al Lago di Santa Croce

Le opzioni mangiare al Lago di Santa Croce sono molteplici: ci sono ottimi ristoranti stellati come ad esempio il San Lorenzo, oppure Malghe e Rifugi, Pizzerie, Bar e Ristoranti di vario tipo. Da un punto di vista culinario sono famosi l’agnello, i fagioli mame, il miele, i vari pesci del lago e moltissimi vini di produzione locale. Insomma, la scelta è pressoché illimitata.

Teorie sulle fasi di Formazione del Lago di Santa Croce: 

  • Si suppone che il Fiume Piave anticamente passasse per l’Alpago e scendesse verso la pianura veneta tramite dove si trova oggi Vittorio Veneto.
  • In seguito, si ipotizza che fenomeni di tipo franoso e a sbarramento alluvionale nei pressi di Santa Croce e Fadalto bloccarono il corso del Piave deviandolo verso Belluno.
  • Questi fenomeni franosi vennero causati dal ritiro dei ghiacci Pleistocenici in un periodo compreso tra 2,58 milioni e 11.700 anni fa.
  • Le acque intrappolate dai fenomeni franosi nell’odierna zona dell’Alpago divennero così il Lago di Santa Croce come lo conosciamo oggi.

Fauna del Lago di Santa Croce:

Il lago di Santa Croce ospita 16 diverse specie ittiche. Abbiamo abbondantemente trattato tutte e 16 in questa sezione del sito, ma ricordiamo tra i pesci più importanti il Pesce Persico, Luccio, Trota Lacustre, Coregone e Anguilla

Perché il lago di Santa Croce si chiama così?

Il lago di Santa Croce si chiama così in quanto sorge sulla sponda settentrionale del paesino di Santa Croce. Tuttavia, non esiste una risposta univoca al riguardo. Riportiamo di seguito i nomi storici e documentati per il Lago di Santa Croce:

  • Epoca romana:
    • Lacus Piso
    • Lapacinus o lapacinensis
    • Lacus Pasinus
    • Lacus Pasino, (Lago Lapisino)
  • Medioevo: a partire dal XII secolo d.C. si hanno tracce delle prime chiese costruite nella zona dell’attuale insediamento di Santa Croce. A partire da questo periodo, il nome dell’abitato iniziò probabilmente ad entrare nel parlato quotidiano dei viaggiatori e persone del luogo, estendersi per associazione anche al lago adiacente, diventando quindi Lago di Santa Croce(ricordiamo infatti che per millenni e fino agli anni ‘90 del novecento, chiunque salisse verso l’Alpago era obbligato a transitare per la Sella di Santa Croce sopra il Fadalto).

Di chi è il Lago di Santa Croce

Il lago di Santa Croce è un luogo pubblico che non appartiene ad una persona in particolare. Da un punto amministrativo, il lago si trova in Alpago in provincia di Belluno. Nonostante la prossimità con la provincia di Treviso, il lago di Santa Croce non appartiene a Vittorio Veneto.

Che campeggi ci sono nel Lago di Santa Croce

Nei pressi del lago di Santa Croce ci sono diversi campeggi, aree sosta ed aree attrezzate per camping. Il più famoso è probabilmente il Camping Sarathei, sulla sponda nord del lago nell’abitato di Farra. Il Camping è attrezzato con servizi igienici ed offre anche pizzeria: è inoltre possibile giocare anche a tennis.

Lago di Santa Croce Chiesa Sommersa

C’è un tratto del Lago di Santa Croce in cui alcuni pensano ci sia un’antica chiesa sommersa. Questo fatto in realtà non è accurato, in quanto non ci sono chiese sommerse nel lago di Santa Croce. Tuttavia, esiste un borgo abbandonato con una chiesetta dedicata a San Paolo (vedi immagine sottostante), sul lato orientale della Statale Alemagna, nei pressi di Bastia.

Chiesa di S. Paolo al Lago (particolare, ma non sommersa) – Fonte: Google Maps

Importanza del lago di Santa Croce per la produzione di energia idroelettrica:

Con i suoi 120 milioni di metri cubi, il Lago di Santa Croce è sbarrato a nord da una diga che ne innalza il livello a 386 m nei pressi di Bastia. L’espansione del bacino del lago avvenne negli anni ‘30 del novecento. Il lago è tutt’oggi il centro vitale del sistema idroelettrico di Santa Croce e del Piave, gestito dall’Enel.

Il lago di Santa Croce fornisce acqua alle seguenti centrali:

  • Fadalto Nuova – (MW): 210.0 – annua (GWh): 346.8
  • Nove Nuova – (MW): 65.0 – annua (GWh): 295.2
  • San Floriano Nuova – Power (MW): 9.0 – annua (GWh): 48.6
  • Castelletto – Power (MW): 17.0 – annua (GWh): 75.5
  • Caneva – Power (MW): 32.0 – annua (GWh): 222.0 
  • Livenza – Power (MW): 5.4 – annua (GWh): 41.0

Domande Frequenti

Dove fare il bagno nel lago di Santa Croce?

Al Lago di Santa Croce si può fare il bagno in diverse zone: le due spiagge più famose sono la spiaggia di Farra d’Alpago nella sponda nord, e la baia delle Sirene nella sponda sud.

Quanto è lungo il giro del lago di Santa Croce?

Il Giro del lago di Santa Croce è lungo 17,4 kilometri.

Quanto profondo e il lago di Santa Croce?

La profondità media del lago di Santa Croce è 44 metri.

Che fiume si butta sul lago di Santa Croce?

Il fiume che si butta sul lago di Santa Croce è in realtà un torrente che si chiama Tesa. Il Tesa nasce e sfocia interamente in Alpago.

Cosa fare al lago di Santa Croce in giornata?

In giornata è possibile visitare i vari musei, tra i quali la casa dell’Alchimista o il museo della guerra, oppure degustare alcuni prodotti locali, oppure fare un pic nic.

Dove si trova il lago di Santa Croce in Veneto?

Il lago di Santa Croce in Veneto si trova in Alpago, un comune della provincia di Belluno al confine con la provincia di Treviso.

Da Belluno al lago di Santa Croce in bici percorso

Per raggiungere il lago di Santa Croce da Belluno in bici è possibile fare la ciclabile fino a Ponte nelle Alpi, per poi innestarsi nella Via Regia che costeggia il tragitto della Statale Alemagna fino in Alpago.

Come andare da Cazzago a lago di Santa Croce?

Per andare da Cazzago al lago di Santa Croce è sufficiente prendere l’autostrada A27 in direzione nord ed uscire all’indicazione Santa Croce-Alpago.

Come andare da Piancavallo al lago di Santa Croce?

Piancavallo è in linea d’aria a soli 10km dal Lago di Santa Croce. Purtroppo non esiste un collegamento diretto tra Piancavallo e Alpago, quindi in auto è solamente possibile scendere a fondovalle e risalire da Vittorio Veneto. Il tragitto è di circa 1 ora.